15/05/12

Seitan fatto in casa


Adorando il seitan ma restando ogni volta allibita vedendo nei negozi il prezzo di vendita ... lo preparo spesso, mettendoci si un po' di tempo e pazienza ma non arrivando a spendere nemmeno lontanamente la cifra a cui viene venduto.
Oltre a questo ogni volta si puo' provare a prepararlo con farine e spezie diverse in modo da ottenere sempre qualcosa di unico, per non parlare poi della soddisfazione che si prova sempre a fare le cose da sè :)
Questa volta ho usato farina biologica di tipo 2 e un po' di farina Manitoba che avevo in casa.
Ecco quello che serve a chi vuole provare:
1 kg di farina (quella che si vuole)
sale
acqua
aromi
Calcolando che la resa è circa di un terzo del peso iniziale della farina l'ideale è partire con il doppio in modo da cuocere il tutto in una volta sola risparmiando tempo,acqua ed elettricita'.
Questo è il procedimento... è un po' lungo, non lo nascondo, ma la soddisfazione ci ripaghera' di certo del tempo usato :)
Per prima cosa, versate la farina e un cucchiaio di sale in una grande insalatiera, aggiungete acqua a poco a poco e lavorate fino a formare una palla soda. Una volta ottenuta, mettetela a riposare coperta per una mezz'oretta.
Riprendete poi l'insalatiera, mettetela all'interno del lavandino, e ricoprite la pasta di acqua fredda.  Iniziate a lavorare la  pasta e cambiate spesso l'acqua, che divendera' bianca a causa dell'amido, questo fino a quando l'acqua restera' trasparente.
Una volta fatto questo, ci vorranno circa 40/50 minuti, la palla appicicosa che avrete ottenuto sara' il vostro seitan.
Prendete una pentola, mettetela sul fuoco e preparate un brodo vegetale con qualsiasi spezia voi vogliate. Io questa volta ho messo, carote, cipolla, sedano, alga Kombu, rosmarino, un cucchiaio di dado fatto in casa e un po' di salsa di soia.
Intanto che il brodo prende il bollore, prendete un tovagliolo o un canovaccio bianco, appoggiategli sopra il seitan ottenuto e dategli la forma di un salsicciotto. Avvolgetelo stretto e legate poi le estremita' con dello spago da cucina. Quando il brodo bolle, mettetelo in pentola e lasciatelo cuocere per circa un ora. Mezz'ora basterà invece se usate la pentola a pressione.
Una volta cotto, spegnete il fuoco e lasciate il seitan a raffreddare nel brodo. Lo potrete poi tagliare a piacimento e conservarlo per qualche giorno in frigo (all'interno del brodo) oppure congelarlo e tirarlo fuori al bisogno. Si usa esattamente come quello acquistato in tutte le preparazioni possibili ;)


11 commenti:

  1. voglio provare!! quello nei negozi costa tantissimo hai ragione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già.... Ed è cosi semplice farlo! In più da soddisfazione :)

      Elimina
  2. Azz.. quindi alla fine il seitan è solo farina?? E chissà che mi credevo io :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, è in pratica il glutine contenuto nella farina.

      Elimina
    2. Esatto, è in pratica il glutine contenuto nella farina.

      Elimina
  3. ma il saitan va messo nel brodo vegetale assiema al canevaccio?

    RispondiElimina
  4. Si, va bollito avvolto in un canovaccio di cotone :)

    RispondiElimina
  5. Grande! Lo faró . Ma dopo si puó cucinare in tutti i vari modi?

    RispondiElimina
  6. Certo che sì, è come quello al naturale acquistato.... Anzi, più buono :)

    RispondiElimina
  7. io lo voglio provare a fare ma ancora non mi ci sono messa!!!

    RispondiElimina
  8. SwagBucks is the best work from home website.

    RispondiElimina